Ylenia Cafaro

New Media Author & Edutainer

handmade narratives and e-workshops

Chi sono in 60 parole

Laureata in filosofia e specializzata in scrittura audiovisiva, quando ho scoperto l’universo web sono rimasta ammaliata dalle sue potenzialità creative. Da allora, nel mio laboratorio virtuale segreto, conduco strani esperimenti miscelando i nuovi media, con la missione di creare format narrativi immersivi per i mondi dell’intrattenimento e della formazione. Chi mi incontra, mi definisce un po’ nerd, ma con gusto.

Chi sono in 600 parole

Gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza passati a scrivere cento storie e progettarne altre mille. Spesso chiusa in bagno o in cucina, ma preferirei che mi visualizzassi in un piccolo studio d’altri tempi a scrivere a lume di candela.

Scuola materna, elementari a tempo pieno, le allora chiamate scuole medie, maturità classica, laurea in filosofia con un’incursione nelle neuroscienze, poi il master in scrittura e story-editing di prodotti audiovisivi.

Finiti i tempi della scuola, uno stage e il primo incontro con il web. Sono rimasta affascinata dalla sua storia e dalle sue dinamiche e potenzialità creative, che permettono a tutti noi di creare qualcosa e darle visibilità senza intermediari. Ho imparato le basi del web development, conoscenza tecnica che mi sta permettendo di realizzare i miei progetti online in autonomia.

Col tempo, sono riuscita a gettare una scala verso il mondo del web writing. Ho iniziato a lavorare come web editor per testate online e offline (Alground, Undigital, D-mag, Neural…), scrivendo soprattutto di new media art, sicurezza informatica e cultura digitale. Nonostante patisca un po’ di vertigini, con gli occhi fissi a guardare le stelle sono riuscita a salire un gradino della scala e a lavorare come web content manager e responsabile di redazione.

Oltre alla scrittura, mi dedico direi da sempre all’insegnamento. Da ragazzina mi dava massima soddisfazione dare una mano agli amici, aiutandoli a trasformare i 4 in 6. Ho smesso quando i miei 6 sono diventati 4. Per dieci anni ho seguito il percorso di studi di una persona con difficoltà cognitive e, diventata grande, ho lavorato come formatrice, tenendo corsi di web writing e comunicazione web per adulti occupati e disoccupati.

Ma questo era il passato, veniamo al presente. Oggi lavoro come New Media Author & Edutainer.

Come new media author, porto avanti una vera e propria missione: scoprire le forme narrative più immersive, capaci non solo di coinvolgere, ma di avvolgere il lettore e trasportarlo in realtà alternative. Con questo fine in mente, amo esplorare i nuovi format narrativi nati con il digitale e le cosiddette immersive experiences, che rompono il confine tra reale e virtuale utilizzando le più moderne tecnologie.

Come edutainer, ho sviluppato il format degli “e-Workshop Narrativi”. Creo degli ambienti di apprendimento basati sulla narrazione, che,  trasformando lo studente nel protagonista di una storia da cui imparare in modo proattivo, gli permettono di apprendere le nozioni previste sfruttando le potenzialità delle formazione a distanza e allo stesso tempo godendo dei benefici di una vera e propria esperienza “in presenza”. Il mio contributo allo sviluppo di una formazione in modalità e-learning che non si limiti alla teoria, ma riesca allo stesso tempo ad essere esperienziale come la didattica di laboratorio.

Curo il mio sito web yleniacafaro.com, su cui stai navigando, che, oltre a mostrare il mio portfolio di storie, workshop online fatti a mano e altri progetti narrativi work in progress, nel blog racconta di me, del backstage dietro le mie storie e di nuove narrazioni.

Andiamo un po’ più sul personale. Negli ultimi anni, ho visto crescere la mia passione per le serie tv, in particolare quelle con una corposa macrostoria che si snoda attraverso gli episodi. Amo la fantascienza, il cyberpunk, i thriller, le storie di detective, le atmosfere gotiche e il ruin porn.

Ho diverse dipendenze. Il buon cibo, sognare grandi viaggi e tutto ciò che sta in bilico: i funamboli, i trapezisti, le esperienze immersive e i nuovi format di narrazione. Nella prossima vita, oltre a scrivere e a insegnare, vorrei fare parkour, acrobatica, arti circensi o pole dance.

Senza ironia e autoironia non sarei io.